Ricarica Minuti con Carta di Credito

Seguici su Facebook

Mini Consulto Gratuito

mini consulto gratuito

Napoletane a 26 : come si interpretano le stesure?

METODO  DI LETTURA A 26 CARTE NAPOLETANE

Il metodo di lettura a 26 carte napoletane è un metodo di divinazione di cartomanzia tradizionale Partenopea, si parla quindi di quelle stese di carte a scopo predittivo che nulla hanno a che fare con la tarologia moderna, con le interpretazioni a fantasia o ad intuito. Era e continua ad essere il metodo usato dalle “ comari” quello che vive nei vicoli di una città che da sempre è stata magica, sono le carte da “ briscola” riadattate alla divinazione, sono carte e in particolare con il metodo a 26 che hanno uno schema  di lettura rigido, con delle regole precise.

È uno dei mazzi quello delle napoletane, soprattutto nel metodo a 26 tra i più misteriosi e criptici della cartomanzia : offrono un infinita’ di significati che s’intersecano tra di loro a formare responsi che, non a caso, vengono ritenuti tra i più precisi e veritieri, affilatissime e chiare non lasciano il consultante a dubbi su quello che accadrà, il comportamento che si andrà a tenere potrà in alcuni casi, non sempre, incidere soltanto sulla tempistica dell’evento accorciando o allungando i tempi, ma non cambierà quello che è stato predetto, nel caso delle napoletane lette e interpretate con il metodo a 26 il libero arbitrio è già compreso nella stesa.

Ma come si leggono quindi?

I significati di queste 26 carte sono diversi da quelli di tutti gli altri metodi e sistemi, sono quindi significati propri del metodo a 26 carte napoletane, si leggono solo nel verso dritto, in questo articolo ne spiegheremo qualcuno, gli altri saranno materia di approfondimento.

Da un mazzo di carte da briscola ,tassativamente napoletane , si tolgono tutti i 4;5;6 e i 7 di spade e di bastoni. 

Si vanno così a mescolare le 26 carte rimanenti ponendo alle stesse il quesito di cui si vuol sapere la risposta e si taglia il mazzo con la mano sinistra.

Si avranno così 2 mazzetti con le figure di fronte e il mazzetto di sinistra si andrà a mettere su quello destro. Così facendo la carta che abbiamo di fronte , la prima sul mazzetto ricomposto sarà  il “fuori quadro” ( carta importantissima che si leggerà in abbinamento alla carta in cuore e che rappresenta quello che non farà parte della vita del consultante per il tempo della stesa ed anche oltre, in quanto il fuori quadro è molto lungo…)

Adesso partendo dalla prima carta si stenderanno in 5 file da 5 per un totale di 25 carte   Più il fuori quadro che andrà posto di lato. 

Ogni fila quindi avrà una carta in cuore, che sarà la 3, mantre la carta in cuore principale sarà la 3 carta della 3 fila.

In questo modo si svelerà davanti a noi il quadro predittivo che ad un occhio esperto darà subito la risposta al quesito chiesto.

I consultanti e/o la persona di cui si chiede saranno la dama di denari per le donne e il re di denari per gli uomini, le carte che rappresentano i pensieri/sentimenti sono la dama di spade per le donne e il cavaliere di denari per gli uomini. Naturalmente nel complesso generale della stesa le carte dei pensieri/sentimenti acquistano con le carte che li vanno a circondare anche altri significati.

Ogni seme o “ vestito” ( coppe ; denari ; bastoni ; spade) rappresenta un elemento ( acqua ;terra ; fuoco ; aria) 

ci darà a seconda della combinazione una risposta, i vestiti di coppe riguardano si l’amore e i sentimenti.. ma essendo elemento acqua sono  mutevoli, instabili e per parlarci di una concretizzazione e di una durevolezza hanno bisogno di accoppiarsi ad elementi di terra o di fuoco. Serve quindi l acqua nelle domande d amore per i sentimenti ed i ritorni ma abbiamo bisogno di accoppiamenti con  altri vestiti più concreti per sapere se questo amore o questo ritorno ha basi concrete su cui costruire.

I vestiti o semi di bastoni rappresentano l elemento fuoco e parlano soprattutto del lavoro, il cavaliere di bastoni in particolare ci parla del progresso positivo e della carriera… ma vicino ad un cavaliere di coppe, che rappresenta il buon cammino sentimentale, ci parla anche di un cammino e progresso sentimentale e costruttivo.

I vestiti o semi di denari parlano degli “interessi” materiali, quindi dei soldi ma anche d’ interesse sessuale,  di relazioni interessate e in certi particolari accoppiamenti con la dama di coppe possono anche indicarci la prostituzione..

I vestiti di spade rappresentano l elemento aria.. quindi l’intelletto e la sua potenza nelle questioni di cui si chiede, spesso si pensa che le carte di spade sono carte esclusivamente negative, ma non sempre è così. Nelle napoletane con metodo a 26 il 2 di spade ad esempio sono le notizie…buone o cattive lo diranno le carte che la circondano, mentre in una domanda sentimentale se vicino al consultante dovesse uscire l’asso di spade… beh…significa che non piacciamo all’altro…

In rete si trovano diversi significati delle napoletane a 26, ma per lo piu’ i significati sono diversi da quelli della vera tradizione napoletana portando così ad interpretazioni non veritiere e sfalsate.

Il quadro cartomantico che ci andiamo a trovare di fronte s’interpreta in linee orizzontali, verticali, diagonali e in figure geometriche dette “quadrati”… non è per nulla semplice come molti credono interpretare queste carte, ma tutto si può chiedere a queste carte, ed anzi, rispondono al pensiero del consultante anche se questi non ci ha posto la domanda in modo verbale, spesso infatti, alzando il mazzo , dalle carte del taglio, ci renderemo conto che la vera domanda del consultante è un’altra rispetto a quella che ci ha verbalizzato.

Il metodo delle napoletane a 26 non è un cosiddetto metodo a posizioni, ma ci sono alcune carte che inserendosi in un disegno geometrico predefinito e da tradizione ci vanno ad indicare una tempistica , ci parlano delle intenzioni dell’altro e ci dicono quale sarà la prossima evoluzione della situazione in oggetto. Sono queste le carte 3/7/11 le 9/15/19 e la coppia  17/23. Nel contesto degli eventi in successione si usa anche la così detta “conta a serpentina” che partendo dalle carte significatrici della questione che vogliamo analizzare, in senso orario cade sulla nona carta e così via fino a ritornare alla carta di partenza.

La questione della tempista in ambito della cartomanzia e delle manzie in generale è una delle più affrontate, le napoletane lette con il metodo a 26 danno molte informazioni al riguardo, ma essendo stese che arrivano ai 2/3 anni di lontananza nel tempo ed anche di 10 anni per il fuori quadro, non sempre è facile saper discernere le tempistiche precise anche dai cartomanti più esperti, tranne forse le vecchie comari, padrone eccelse di questo antico metodo, che erano capaci di dirci con una stesa di carte a 26, il luogo preciso in cui si trovava un oggetto perso e la tempistica esatta nel caso lo avessimo ritrovato.

Come esempio concreto possiamo parlare di una delle classiche domande in ambito sentimentale e cioè “ lui si farà risentire? “ “ Quando mi chiamerà?” In questo ci aiuterà guardare la carta del 2 spade se cade nei dintorni prossimi della figura della consultante…e soprattutto se gli cade sulla testa… la notizia in questo caso viaggia veloce…entro i 3/5 giorni.

Un’altra carta importante per sapere se quello che le carte ci stanno dicendo cade nel passato o nel futuro della situazione analizzata, è il 3 di bastoni, una carta molto importante anche per i grandi cambiamenti, che in un  accoppiata fissa ci parla addirittura di morte e di fine senza ritorno,  ( accoppiate classiche e di tradizione così come significati e incatenamenti delle carte sono oggetto di approfondimento)  quando va a cadere nella fila superiore ci dice che quell’evento è un evento passato..lontano nel tempo…mentre se cade in chiusura di stesa ci indica che quel dato evento accadrà lontano nel tempo.

Abbiamo poi un altra carta importante, la carta così detta “muro” che va a dividere gli argomenti, come se ci dicesse “adesso parliamo di altro” oltre a confermare, cioè a dare forza alla carta di cui appare sulla destra, se segue una sequenza di chiusura ce la confermerà senza possibilità di appello, questa carta è il 7 denari, che va comunque letta nel contesto della domanda in quanto  indica in domande riguardanti i soldi gli atti notarili, il notaio, L’ oro, gli oggetti preziosi e curiosità….anche gli animali domestici. In alcune accoppiate fisse parlerà di testamenti, investimenti reali o progettati etc. etc.

Balza all’occhio quindi che con questo antico, tradizionale e affascinante metodo e’ davvero possibile chiedere ed avere esaustive risposte in quasi la totalità degli ambiti umani… in sole 26 carte e che non si possono imparare leggendo un articolo, che i significati che circolano in rete sono inesatti se non addirittura sbagliati…e questo perché è un metodo tramandato per tradizione orale da madre in figlia, gelosamente custodito e che anche qualora si trovasse qualcuno disposto a divulgarlo, non potrà essere un semplice libro, in quante le domande, i dubbi saranno molti e lo studio serio e approfondito nel tempo.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *